La bicicletta è il mezzo perfetto per scoprire il territorio tenendosi in forma: quale occasione migliore per fare del bene a noi, e anche all’ambiente?

Potrai andare alla scoperta di scenari a dir poco meravigliosi, come quelli che caratterizzano i nostri sei, nuovissimi itinerari: eccoli qui, in rapida rassegna.

La Diga del Panperduto: 30km

Partendo da Boffalora, questo itinerario raggiunge Bernate Ticino con la sua Chiesa di San Giorgio e, a cinque minuti di pedalata, l’area protetta della Lanca di Bernate con il suo Calendario Celtico, dove è possibile ammirare gli alberi che corrispondono ai segni zodiacali. Passando da Castelletto e dalla splendida Villa Clerici, si arriva a Turbigo, dove è necessario attraversare il Ponte Tibetano (e qui è la tua bici a dover essere trasportata…). Tornavento e Vizzola Ticino sono le ultime due tappe prima di Somma Lombardo, dove potrai ammirare la Diga del Panperduto, uno degli snodi idraulici più maestosi della Lombardia.

Scopri il Ticino e ciò che ti circonda: 18km

Questo itinerario si snoda da Boffalora al Parco della Fagiana (500 ettari di aree forestali e prati nel cuore del Ticino), sino al Santuario dell’Acqua Nera.

Dalla Fagiana prosegue poi per Cascinazza, arrivando ad Abbiategrasso. Il comune più grande dell’hinterland milanese sorprende ogni volta con il suo Castello Visconteo, la Basilica di Santa Maria Nuova, l’ex Convento dell’Annunciata.

Verso il Lago Maggiore: 40km

Quaranta chilometri di bellezza: da Boffalora a Bernate Ticino, da qui a Turbigo e Tornavento, con il suo meraviglioso belvedere che abbraccia tutta la valle del Ticino. Si prosegue poi per Vizzola Ticino, storica sede aeronautica che ospita il Parco Museo di Volandia e una spettacolare centrale idroelettrica. Dopo Golasecca, l’arrivo a Sesto Calende regala una vista del Lago Maggiore dal suo versante più meridionale.

Il Borgo di Morimondo e la sua Abbazia: 20km

Un itinerario alla scoperta delle ville dove le nobili famiglie milanesi trascorrevano l’estate. A Rebecco sul Naviglio il Ponte degli Scalini e le splendide Villa Gaia e Villa Gromo di Ternengo valgono la sosta. L’itinerario prosegue poi per Cassinetta di Lugagnano, borgo affascinante, inserito fra i “Borghi più Belli d’Italia”. Passando per Castelletto di Abbiategrasso si arriva infine a Morimondo, dove dodici monaci cistercensi fondarono la splendida Abbazia.

Milan l’è un grand Milan: 35km

Questo itinerario parte, come il precedente, alla scoperta delle ville delle nobili famiglie milanesi: le prime tappe sono Robecco, Cassinetta di Lugagnano e Castelletto di Abbiategrasso.

L’itinerario punta poi al capoluogo, attraversandone l’hinterland a Gaggiano, arrivando in Darsena: il cuore della movida milanese è un bacino acqueo artificiale ricco di storia, luogo importantissimo per il traffico fluviale commerciale della città meneghina.

Casina Caremma: 25km

L’itinerario, dopo il consueto giro fra le ville delle nobili famiglie milanesi, fra Rebecco, Cassinetta di Lugagnano e Castelletto di Abbiategrasso, arriva a Morimondo.

Dopo questo borgo, l’itinerario prevede l’arrivo alla Cascina Caremma, una splendida location dotata di sauna finlandese, piscina vista campagna e zona relax per trattamenti di benessere. Dalla Cascina Caremma è possibile intraprendere anche un percorso agroambientale, per comprendere al meglio il concetto di sviluppo eco-sostenibile.

Vuoi scoprire nel dettaglio ogni itinerario e scaricare il percorso? Clicca qui! E se vuoi consigli su altri percorsi, siamo felici di aiutarti: vieni a trovarci a Boffalora, in piazza 4 Giugno, proprio sul Naviglio Grande.